venerdì 11 novembre 2016
Che storia: 175 anni di Associazioni Mediche a Trieste
Anno di Edizione 2016

> Scarica il PDF di anteprima del libro con sommario

Introduzione
Le Giornate Mediche Triestine compiono settant’anni e l’Associazione Medica Triestina che le organizza ne festeggia più del doppio, 142 per l’esattezza, poiché il 24 dicembre 1874 l’autorità imperial-regia prese atto formale della sua esistenza. Il sodalizio nasce dall’esigenza fortemente avvertita dai dottori di avere una loro associazione, poiché sta loro stretta la pur benemerita Società di Minerva. Nel documento riportato in copertina ci sono le firme di coloro che ebbero l’intuizione di dar vita alla pia associazione. E da un’esigenza di aggiornamento nascono le Giornate. Esigenza avvertita sin da quando i medici si incontravano alla Minerva.

L’aggiornamento professionale insieme alla trasmissione della conoscenza e all’impegno sociale sono le tre caratteristiche che hanno improntato l’attività del sodalizio, che ripercorreremo in questo volumetto, collegandola alle vicende storiche più importanti che hanno segnato la nostra città nei due secoli, XIX e XX, in cui Trieste ha conosciuto grandi splendori e grandi miserie.

Tale era la preponderanza dei medici tra i “minervali” che ben presto la società si divise in sezioni speciali tecniche, tra cui quella medica insieme alle scienze naturali. E si cominciarono a tenere sedute scientifiche, che diventeranno regolari, quando sarà costituita l’Associazione, due volte la settimana, con la partecipazione di medici anche di altre zone dell’Impero, in particolare da Vienna. E qui veniamo alla seconda caratteristica: la trasmissione di conoscenza. Il legame che Trieste ha con Vienna dove si forma gran parte della classe medica locale, la rende un crocevia di informazioni perché le scoperte scientifiche della capitale imperiale, ma anche quelle provenienti da Berlino, Londra e Parigi arrivano prontamente a Trieste e da qui si propagano. Le storie di Antonio Grossich, inventore della tintura di iodio, di Adriano Sturli che scoprì, insieme a von Decastello, il gruppo sanguigno AB, di Massimiliano Gortan, che sviluppò la scoperta dei raggi X di Röntgen e morì in seguito alle radiazioni, sono esemplari. Come lo sono quelle di Edoardo Weiss, il padre della psicanalisi italiana, che aveva appreso la nuova scienza a Vienna dov’era stato allievo di Freud.

Ma anche in tempi più recenti, quando quel cordone ombelicale con Vienna è reciso da decenni, Trieste è laboratorio di esperienze in campo medico: la rivoluzione di Franco Basaglia, che ha cambiato il modo di considerare le malattie mentali, e l’altissimo sviluppo del Burlo Garofolo dei Nordio e dei Panizzon, come centro di eccellenza nella cura dei bambini, sono la testimonianza. Per citare solo i casi più eclatanti. E veniamo al terzo elemento: l’impegno sociale. Agli inizi dell’800, quando fanno parte del Gabinetto di Minerva, i medici aprono un ambulatorio gratuito per i poveri dove, sempre gratuitamente, vaccinano i bambini.

A fine 800 promuovono un presidio sanitario d’avanguardia e prezioso per la collettività: la Guardia Medica Notturna. Nel corso di decenni l’Associazione stimola il Comune a prendere provvedimenti per la salubrità dell’acqua, per migliorare le condizioni di vita dei cittadini, per fronteggiare le ricorrenti epidemie di colera e di peste e la tubercolosi che continuerà a flagellare la popolazione fino ad anni recenti. Un’attività che viene riconosciuta dal Comune nel 1884 e nel 2006.

Certo, riassumere due secoli di una storia ricca e gloriosa in poche pagine è impresa improba, ma la bibliografia allegata offre la possibilità di approfondire i settori di interesse. Io ho cercato di offrire degli spunti per conoscere meglio questa città e gli uomini che l’hanno curata.

Pierluigi Sabatti
AREA QUALITÀ Srl
Sede Legale: Piazza Insubria, 16 - 20137 Milano
Tel. 02/98650955
Sede Operativa: Via Roma, 151 - 15060 Borghetto di Borbera (AL)
Tel. 0143-69355 - Fax 02/92854193

Reg. Imp. Cod. fisc e P. IVA 09201410967
Cap. Soc. i.v. 50.000 euro
R.E.A. MILANO 2075330

Provider ECM n° 146


Azienda certificata
ISO 9001:2008
Cert. n° 9175.AREAQ